Il corso è indirizzato alle donne di ogni età ed è mirato a riequilibrare l’aspetto femminile insito in ogni individuo indipendentemente dal genere di appartenenza, a rafforzare e rieducare le disfunzioni dell’area pelvica e a risvegliare la propria componente femminile profonda, spesso trascurata o negata in alcuni momenti della vita delle donne.

Le pratiche si articolano in incontri settimanali di Yoga al femminile alternati dalle ginnastica pelvica e sono individuate sulla base delle esigenze delle allieve, perché ogni donna vive il rapporto con il sè, con la propria sessualità, con la maternità o la sua rinuncia in un modo unico ed autentico. Ognuna ha esperienze positive o negative che “segnano” il corpo ed in particolare il bacino con tutto il suo contenuto “viscerale”.

Con una pratica di Yoga specifica è possibile raggiungere una consapevolezza costante dell’area pelvica, che genera un beneficio all’intera struttura corporea, corpo-mente.

Molti sono i fattori che inibiscono il corretto funzionamento di quest’area, che risalgono ad inibizioni di natura morale, sociale e a comportamenti individuali sbagliati come una postura non equilibrata, un bacino bloccato o una respirazione che preme sull’area pelvica.

Sono innumerevoli i danni provocati da una respirazione non corretta: respiriamo circa 25.000 volte al giorno, spesso in modo errato e senza avere consapevolezza che questo provoca pressioni non dovute verso il basso. A questo aggiungiamo il danno che alcune tecniche ginniche provocano in modo involontario durante l’esecuzione poco corretta degli esercizi per rafforzare la muscolatura addominale: questa è la causa primaria dell’incontinenza in donne giovani.

Durante le attività del corso, le partecipanti verranno indotte a sperimentare delle pratiche per verificare e rieducare la meccanica respiratoria. Una corretta respirazione è la base della pratica di Yoga indirizzata alla prevenzione dei prolassi e al loro recupero. Un bacino ben sostenuto da un pavimento pelvico elastico è il presupposto per il benessere dell’area e delle sue funzioni: escretive, sessuali, riproduttive, contenitive, emozionali.

Lo Yoga femminile è una occasione per esplorare gli spazi interni, per abitare il proprio corpo in modo nuovo ed inedito, per acquisire una consapevolezza di sé tale da indurre le persone che praticano a sperimentare delle strategie individuali per stare meglio complessivamente.

In Prima Luce le pratiche di Yoga femminile sono condotte da Enrica Colombo, insegnante di Yoga Esperienziale orientato alla cura di sé, secondo gli insegnamenti del Dottor Mukund V. Bhole, medico fisiologo e yogaterapeuta indiano.

Yoga femminile: ecco di cosa si tratta