Nutrirsi al femminile – Strategie nutrizionali, ricette e pratiche yoga per accompagnare la donna nelle diverse fasi ormonali che la caratterizzano ed imparare come viverle al meglio.

Se è sempre più attuale il lavoro che si fa, a livello istituzionale e culturale, per la parità di genere nel lavoro e nella condivisione del lavoro di cura familiare, è altrettanto vero che c’è sempre più bisogno di un approccio di genere nella cura del proprio corpo, della salute e del quotidiano: perché le donne sono diverse dagli uomini.

Il corpo della donna e il ciclo femminile sono collegati alla luna e alla terra. La donna, tramite il suo ciclo mestruale, transita per le diverse energie lunari (luna nuova, luna crescente, luna piena e luna calante). Queste sono a loro volta collegate alle diverse stagioni (primavere, estate, autunno e inverno).

Proprio come la luna impiega all’incirca 28 giorni per fare un giro completo attorno alla Terra, il ciclo mestruale è di approssimativamente 28 giorni. I cicli mestruali corrispondono alle fasi lunari: luna nuova, luna crescente, luna piena e luna calante.

Così come ad ogni fase del ciclo anticamente corrispondeva una fase lunare, ad ogni fase del ciclo corrisponde anche una necessità di alimenti specifici. Ad esempio, una volta terminato il ciclo mestruale “gli sgarri alimentari” pesano meno ed i carboidrati possono essere introdotti con maggiore frequenza, in quanto si ha un buona compensazione glicemica. Nella fase premestruale, invece, c’è una maggiore necessità di dare micronutrienti antinfiammatori e promotori del flusso e con azione drenante, diminuendo alimenti connessi alla sindrome premestruale. In questa fase possiamo permetterci del cioccolato ed alimenti che stimolano la serotonina (ormone del buon umore).

Per approfondire questi temi e accompagnare le donne nella migliore scelta di cibi, alimenti e coccole, Prima Luce ha deciso di ospitare alcuni incontri, condotti da Elisa Gagliano, Terapista della Nutrizione.

Durante questi incontri cercheremo di capire quali sono gli alimenti nemici degli ormoni e come utilizzare i semi in sintonia con le fasi ormonali. Il tutto accompagnato da ricette e strategie alimentari anche in base al biotipo.

Oltre alla teoria, ci soffermeremo sulla pratica e sull’osservazione, per tentare di comprendere cosa il corpo ci dice e chiede. Ad esempio, nella medicina funzionale le linee bianche sulle unghie sono indice di carenza di selenio, mentre i puntini di zinco. Non riuscire a prender sonno la notte o svegliarsi non riposate può indicarci che stiamo stressando troppo il nostro corpo o con la “vita” o con l’alimentazione, perché in entrambe i casi possiamo produrre il cortisolo che è l’ormone dello stress.

Inoltre, un’insegnante di Yoga proporrà qualche pratica per imparare ad ascoltare e osservare il proprio corpo, attraverso la respirazione e le posture.

Attualmente, nei paesi Occidentali, le donne non prestano abbastanza attenzione ai cambiamenti emotivi ed energetici che provano durante il loro ciclo. Molto spesso cercano di vivere come se queste fasi non le influenzassero e questo presuppone una perdita di benessere e una sottovalutazione delle proprie potenzialità 

La luna e la donna sono uguali. Entrambe sono femmine, cicliche e donatrici di vita”

Nutrirsi al femminile